Lunedì 20 Aprile 2020: La SIE ha finanziato 3 progetti di giornate sull'etologia.

I progetti finanziati sono i seguenti:

 

ALLA SCOPERTA DEL COMPORTAMENTO ANIMALE - ATTIVITÀ PER L’EDUCAZIONE SCIENTIFICA A SCUOLA 

Proponente: Gabriella Salerno  

Abstract dell’evento:

La scuola estiva è rivolta ai docenti della scuola secondaria di I e II grado di qualsiasi regione italiana ed è finalizzata alla diffusione delle più recenti conoscenze nell’ambito del comportamento animale attraverso l’incontro fra etologi e docenti. Il progetto potrà avere il patrocinio del Comune di San Miniato e dell’ANISN (Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali) e si prevede la sponsorizzazione di alcune aziende del territorio, ma a causa dell’emergenza Covid19 non è stato possibile stipulare gli accordi necessari, che sono rinviati alla fine dell’emergenza.

Il corso sarà registrato dall’IT Cattaneo sulla piattaforma SOFIA del MIUR, pertanto costituisce attività di formazione accreditata per i docenti partecipanti.

Obiettivi della Scuola sono:

• fornire ai docenti gli strumenti adatti per introdurre efficacemente i temi dell’etologia all'interno dei percorsi didattici delle discipline scientifiche della scuola secondaria di I e II grado;

• creare occasioni di contatto tra il mondo della ricerca e quello della scuola per promuovere innovative forme di collaborazione professionale tra ricercatori e docenti.

• mettere i docenti nelle condizioni di realizzare con le proprie classi e in autonomia, attività didattiche di tipo laboratoriale;

• creare un nucleo di “docenti etologi” per portare avanti nei prossimi anni un progetto, con iniziative a livello nazionale ed europeo;

• promuovere e diffondere l'uso di tecniche di insegnamento innovative nella didattica delle scienze (hands on, attività di laboratorio di scienze e di informatica, attività collaborative, giochi e simulazioni didattiche di inquire based education, ecc.);

• creare una banca dati, gestita dall’IT Cattaneo, riguardante le attività etologiche che possono essere condotte nella scuola.

La scuola avrà la durata di due giorni e si svolgerà nella seconda settimana di settembre 2020 nei locali dell’Istituto Tecnico Statale Carlo Cattaneo di San Miniato (PI), con possibilità di rinvio se dovesse proseguire l’emergenza Covid19.

Nei due giorni si svolgeranno due workshop intitolati La scuola incontra la ricerca, a cura dei docenti universitari che hanno dato la loro disponibilità, al fine di presentare ai docenti le loro ricerche che potranno fornire spunti per l’attività didattica con gli alunni. Si svolgeranno altresì attività laboratoriali proposte dalla prof. Salerno e gruppi di studio per programmare l’attività da svolgere in classe. Ci saranno momenti di confronto per creare sinergie e possibili collaborazioni tra scuole e tra queste e il mondo della ricerca. I docenti partecipanti durante l’anno scolastico 20/21 progetteranno e sperimenteranno alcune attività con i loro alunni e presenteranno i loro lavori in una piattaforma preparata dall’IT Cattaneo che costituirà una banca dati di attività di etologia a scuola.


SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE IN FILOSOFIA, ETICA ED ETOLOGIA - Corso 2020 - ETOLOGIA CULTURALE ed EPIGENETICA COMPORTAMENTALE- Nuove frontiere della ricerca sull’eredità biologica e sociale” 

Proponenti: Marco Celentano e Augusto Vitale 

Abstract dell’evento: 

Il riassunto dovrà contenere le seguenti informazioni: 1) obiettivi (pedagogico/scientifico/altro); 2) principale tipo di audience a cui l’evento è rivolto; 3) motivazione per la scelta della forma e del contenuto dell’evento; 4) organizzazione e svolgimento (programma di massima)

1)   Obiettivi specifici del’evento:

Offrire un quadro aggiornato degli sviluppi della ricerca negli ambiti dell’etologia culturale, intesa come studio comparato delle tradizioni e degli usi animali, e dell’epigenetica comportamentale e culturale, intesa come studio dei processi di trasmissione ereditaria non genetica di fattori e attitudini derivanti dagli stili di vita e dalle esperienze dei progenitori, e influenzati dai contesti sociali e ambientali in cui questi hanno vissuto e in cui i loro discendenti vivono. Due ambiti di studio che, ad avviso dei promotori, si andranno sempre più intrecciando e dal cui intreccio è già scaturito, negli ultimi due decenni, un approccio come quello della Evolutionay Extended Synthesis capace di modificare significativamente la concezione tradizionale dei processi evolutivi, includendo, a pieno titolo, l’eredità epigenetica, i comportamenti esplorativi e trasformativi e le tradizioni culturali animali tra i fattori che contribuiscono a modellare l’evoluzione delle specie animali.

Il corso 2020, per le tematiche che affronta, offre anche occasione per una ricapitolazione e un aggiornamento delle principali problematiche affrontate dalla scuola, attraverso le attività didattiche, scientifiche ed editoriali promosse, nei suoi primi tredici anni di esistenza.

2)  Principale tipo di audience a cui l’evento è rivolto

I corsi della scuola, pur rivolgendosi principalmente ad un’udienza post-universitaria, sono aperti a chiunque sia interessato, e a tutti accessibili in quanto gratuiti. L’utenza è solitamente eterogenea, raccogliendo sia alcune decine di studenti dell’ateneo, provenienti principalmente dalle aree di Lettere, di Pedagogia e di Psicologia, sia docenti e studenti di scuole superiori e universitari, di area filosofica o biologica, operatori di vari settori che implicano lavoro con animali (dai veterinari agli addestratori agli studiosi del comportamento di varia formazione), persone interessate alle etiche antispeciste e a problematiche di tutela ambientale e faunistica, provenienti da diverse zone d’Italia e, in prevalenza ma non esclusivamente, dal centro e dal sud della penisola. 

3) Motivazioni per la scelta della forma e del contenuto dell’evento

La forma, quella del corso di alta formazione, è stata ampiamente consolidata e sperimentata nel corso di 12 anni (2008-2019) e, nei riscontri dei promotori, relatori, coordinatori e discenti che vi hanno partecipato ha sempre raggiunto risultai di eccellenza sul piano della qualità didattica e scientifica delle relazioni e della vivacità e densità del dibattito suscitato.

Le metodologie didattiche della scuola si basano su un ampio uso di supporti audiovisivi, a nostro avviso di discriminante importanza nell’ambito dello studio comparato del comportamento. La scuola intende offrire, attraverso i suoi corsi e le fasi di dibattito che ne concludono ogni singola sessione, anche un modello di confronto meta-discipliare e e di riflessione critica sulle proprie tradizioni metodologiche, teoriche, concettuali, lessicali. La scelta dei contenuti è stata dettata dalla convinzione della grande rilevanza scientifica che essi rivestono per l’odierna ricerca sul comportamento e dalle loro ampie ricadute sociali ed etiche.

 

LE SFIDE DELL’ETOLOGIA APPLICATA NELL’ANTROPOCENE 

Proponenti: Elena Tricarico, Alessandro Cini, David Baracchi e Felicita Scapini 

Abstract dell’evento:

Obiettivi: Il workshop “Le sfide dell’etologia applicata nell’Antropocene” si propone di promuovere e divulgare l’etologia applicata, presentando alcuni campi di applicazione alla luce delle sfide globali attuali (specie aliene invasive, conservazione, welfare). Il workshop vuole essere sia un momento di scambio tra soci SIE e ricercatori che lavorano in questo ambito sia un momento di divulgazione per studenti, decisori e pubblico più ampio per far comprendere l’importanza e l’utilità dello studio del comportamento (nell’accezione comune spesso visto come “esercizio teorico”), per risolvere problemi concreti.

Principale tipo di audience a cui l’evento è rivolto: studenti, ricercatori, professionisti nel campo dell’etologia applicata, decisori, gestori e tecnici di aree protette, divulgatori scientifici, giornalisti (ad es. Greenreport). L’iscrizione all’evento sarà gratuita e aperta a tutti.

Motivazione per la scelta della forma e del contenuto dell’evento: Negli ultimi 50 anni la ricerca nell’ambito dell’etologia applicata è aumentata notevolmente (come testimoniato dal numero crescente di pubblicazioni) ed è diventata sempre più variegata e ricca, andando a coprire ambiti differenti. Un workshop su questa tematica è, quindi, sicuramente attuale, soprattutto alla luce delle problematiche dell’Antropocene, a cui lo studio del comportamento può rispondere in maniera efficace come sottolineato anche da articoli recenti (Goymann & Küblbeck 2020. Ethology DOI: 10.1111/eth.12965). I soci SIE hanno mostrato grande interesse per la tematica: all’ultimo convegno di Firenze, la sessione dedicata ha visto numerosi contributi di alto livello e una partecipazione massiccia. La forma scelta, sebbene tradizionale, permetterà di presentare alcuni temi innovativi e fortemente dibattuti, come welfare ed emozioni anche in invertebrati, dando al workshop un carattere di notevole originalità e collocandosi alle frontiere del comportamento animale. Inoltre, avendo come audience ricercatori, divulgatori, studenti e decision makers, anche l’approccio sarà innovativo, perché permetterà uno scambio tra il mondo accademico e quello “dei non addetti ai lavori”, assumendo, quindi, valenza di “outreach event”. Il workshop verrà combinato con il Memorial Francesca Gherardi 2020 in cui verrà consegnato il premio al Dr. Zeng Yiwen di Singapore (https://www.bio.unifi.it/vp-118-francesca-gherardi-prize.html ). Questo comporterà notevoli vantaggi: Francesca Gherardi ha svolto studi comportamentali per la gestione delle specie aliene invasive, tematica affrontata dal workshop; il Memorial, arrivato alla settima edizione, garantirà una base di partecipanti all’evento e fornirà anche un supporto economico per l’invito di uno degli speaker, nonché l’impegno organizzativo di membri del Dipartimento e la disponibilità di aule. Come ulteriore garanzia della fattibilità e pubblicità del workshop, all’organizzazione dell’evento parteciperanno vari soci SIE (si veda la lista dei proponenti).

 


31 marzo 2017 - Borse per partecipare al prossimo Convegno SIE

La Societa' Italiana di Etologia mette a disposizione n° 6 contributi spese di max. 200 euro ciascuno per la presentazione di un lavoro al XXVII Convegno della Societa' Italiana di Etologia, che si terra' a Calci (Pisa) dal 19 al 21 giugno 2017.

Il contributo spese sarà subordinato alla presentazione delle ricevute (fatture e scontrini per vitto, alloggio o iscrizione al convegno, biglietti di viaggio ecc) e comunque non potrà superare i 200 euro. Le spese non documentate non potranno essere rimborsabili. L’invio delle ricevute dovrà avvenire entro il 14 luglio 2017 secondo modalità che verranno comunicate in seguito.

I contributi spese sono destinati a chi abbia concluso una laurea specialistica o un dottorato in etologia, psicolobiologia, o biologia del comportamento non prima del 1 gennaio 2016 e che non sia attualmente in possesso di borsa di dottorato, post-doc, o altrimenti strutturato.

Per partecipare alla selezione, occorre inviare domanda al segretario SIE ( cristina.lorenzi@unito.it ) entro il 30 aprile 2017. La domanda dovrà contenere un testo di 5 righe con la motivazione a partecipare al convegno e le seguenti informazioni/allegati:

1) Nome e Cognome;

2) Attuale posizione e eventuali finanziamenti o borse percepiti;

3) Abstract inviato al Convegno SIE;

4) Dettaglio delle spese che si prevede di affrontare per partecipare al Convegno SIE (con stima dei costi, es. biglietto treno: 10 euro) e come si pensa di sostenerle;

5) E’ necessario allegare CV aggiornato 


8 marzo 2017 - Ci ha lasciati il socio fondatore Danilo Mainardi

Con Danilo Mainardi scompare l'ultimo dei pilastri dello studio del comportamento animale nel nostro paese. Con Leo Pardi, Floriano Papi e Mario Zanforlin, Danilo era stato uno dei fondatori della Società Italiana di Etologia. Famoso per i suoi studi sulla comunicazione animale ed ancor più per la sua vasta opera di divulgazione si è dimostrato il riferimento più importante per molti giovani appassionati del comportamento degli animali.